L’attività di coltivazione cerealicola sull’Appennino modenese è dimostrata dall’esistenza di numerosi mulini ad acqua, presenti ed in buona parte attivi, fino alla seconda guerra mondiale. Se ne contavano infatti complessivamente 209, di cui 31 nelle Valli del Dolo e del Dragone.

Ancora oggi diverse aziende agricole portano avanti una tradizione antichissima producendo farine ricavate attraverso un sapiente recupero di varietà autoctone o comunque tradizionalmente coltivate nell’area montana modenese: Senatore Cappelli, Mutina, Marzocchio, etc.

Grazie all’utilizzo di tecnologie moderne e processi di macinatura lente, come la macinazione a pietra, il prodotto che nasce è una vera eccellenza.
Ovviamente queste farine, naturalmente ricche, e realizzate con una cura artigianale sono il cuore di tutti i prodotti di pasta fresca, pasta secca, prodotti dolciari e salati che potrete gustare nei nostri territori.